[Voti: 5    Media Voto: 2.6/5]

COSA FARE SE LE MIODESOPSIE DISTURBANO LA VISTA?

Le miodesopsie, anche dette “mosche volanti” (floaters in inglese), sono filamenti scuri o macchiette che interferiscono con la visione e che si muovono con i movimenti degli occhi. La causa è un’alterazione della consistenza del corpo vitreo, che può staccarsi dalla retina a cui aderisce (distacco posteriore di vitreo).

Le miodesopsie sono frequenti oltre i 50 anni di età, per una naturale perdita di idratazione della gelatina vitreale, ma si verificano sovente anche nei soggetti miopi. Questi addensamenti del corpo vitreo possono portare, nel 15% dei casi circa, ad una rottura della retina. Per questo motivo, soprattutto se i sintomi si presentano improvvisamente, è necessario sottoporsi ad una visita oculistica con relativa urgenza.

Un nuovo controllo oculistico è comunque consigliabile qualora:

  • aumenti improvvisamente il numero di corpi mobili vitreali;
  • il problema si manifesti anche nell’altro occhio;
  • qualora si visualizzino “lampi luminosi” (fosfeni);
  • se la vista diminuisce in un settore periferico.

I lampi luminosi sono provocati dal corpo vitreo che tira sulla retina e possono essere causa di strappi della retina stessa, pertanto si verificano tipicamente in un solo occhio.

miodesopsie

COME SI FORMANO LE MIODESOPSIE?

Le miodesopsie si formano all’interno del corpo vitreo per 4 principali meccanismi: l’Emorragia, la Liquefazione (sineresi), la Opacizzazione e la Coartazione (restringimento).

1) I filamenti causati dal sangue, solitamente, si riassorbono spontaneamente.

2) La liquefazione produce minime opacità che solitamente non danno fastidio, ma raramente possono interferire con la guida, la lettura e l’uso del computer.
I pazienti riferiscono di vedere piccole particelle che si muovono nel loro campo visivo. Si notano maggiormente quando lo sfondo è luminoso ed omogeneo (per esempio guardando un cielo sereno).

3) Le opacità possono presentarsi a ciuffi, a filamenti o membrane e possono essere molto piccole, o apparire più grandi, specialmente se si trovano più vicino alla retina.

4) Quando il Corpo Mobile si forma per Coartazione del vitreo separandosi dalla testa del nervo ottico, lasciando il cosiddetto “Anello di Weiss” nel vitreo medio centrale, la possibilità di riassorbimento è molto limitata, ma questo tipo di floater è quello che ha le maggiori probabilità di essere completamente vaporizzato con lo Yag laser, sia per la sua consistenza che per il fatto di trovarsi equidistante dalla retina e dal cristallino.

Floater come si presenta

miodesopsie foto

MIODESOPSIE: COSA SI PUO’ FARE?

In genere la retina non subisce conseguenze e non è necessario prendere alcun provvedimento.

1) Integratori vitaminici specifici aiutano a sciogliere queste impurità, es. Vitreoclar (consiglio almeno 2 scatole, 1cp al giorno) o Oxigen (consiglio 3 scatole, 1cp eff al giorno sciolta nell’acqua). In genere essi tendono a diminuire nel tempo. Altrimenti è necessario imparare a convivere con le proprie mosche volanti, sapendo che non sono pericolose.

2) Quando i corpi mobili intralciano una buona visione si può tentare di scioglierli con il laser (YAG vitreolisi), che è attualmente il trattamento di scelta quando questi sono visibili e distanti dalla retina e dal cristallino. La procedura è semplice, non dolorosa e dura dai 5 ai 30 minuti.

3) Una tecnica chirurgica descritta è la Vitrectomia, ma non è scevra di rischi e va valutata solo in casi di compromissione visiva importante.

Nei rari casi in cui la retina viene danneggiata (lesioni regmatogene), potrebbe essere il caso di intervenire chirurgicamente per riparare le alterazioni retiniche. Queste possono essere varie e si differenziano per la loro capacità potenziale di causare un distacco di retina.

Il trattamento è pertanto di 3 tipi:

  • Alcune degenerazioni non necessitano di laser-terapia, ma devono essere tenute sotto osservazione nel tempo.
  • Le più pericolose sono quelle che esercitano una trazione sulla retina o sulle quali si formano dei fori. L’opportunità di trattare preventivamente queste lesioni con il laser (retinopessi) deriva da varie considerazioni che, caso per caso, tengono conto anche del tipo di vita condotto (sedentaria o sports che predispongono a traumi oculari).
  • Nel caso la retina si distacchi, va eseguito un intervento più complesso ed impegnativo di piombaggio retinico.