[Voti: 3    Media Voto: 4/5]

Bloccare la luce blu è fondamentale per ripristinare la secrezione di melatonina e consentire un buon sonno.

La melatonina controlla i cicli di sonno e veglia. L’esposizione alla luce diurna inibisce infatti la produzione di questo ormone per farci rimanere svegli. Questo fenomeno è proporzionale all’intensità della luce. Basta stare 1 ora davanti ad una luce moderata di 1.000 lux per interferire con il sonno.

luce blu

Si può bloccare la luce blu violetta degli schermi, che tra l’altro è dannosa per la retina, con un semplice programma scaricabile gratuitamente, f.lux, che permette di ridurre l’intensità ed il “calore” della luminosità dello schermo nelle ore serali.

La sensibilità all’argomento è talmente elevata, che oggi tutti i device Apple hanno la funzione “Night Shift“, che permette di fare lo stesso. Inoltre si trovano in vendita membrane copri schermo protettive anti luce blu, sia in plastica che in vetro.

copri schermo

Per bloccare la luce blu delle luci artificiali di casa (i led bianchi sono peggio delle lampadine tradizionali) è ancora meglio utilizzare occhiali che tagliano le lunghezze d’onda più corte e che sono efficaci e riposanti anche di giorno.

Come scegliere le lenti migliori per bloccare la luce blu?

Le prime lenti gialle sono state messe in commercio da un’azienda americana, la Gunnar, che ha monopolizzato il mercato con un prodotto di grande qualità. Oggi tutti i principali produttori di lenti da vista offrono anche lenti anti-UV, che sono ambrate ed in policarbonato.

Più la lente è in grado di bloccare le lunghezze d’onda tra i 380 ed i 440 nm senza essere troppo colorata e migliore è la sua qualità. Le lenti top, come le Zeiss, sono appena gialline.

Se si acquistano lenti da vista oggi vale la pena di scegliere, oltre ai trattamenti indurenti e antiriflesso, anche le lenti che bloccano la luce blu.

Leggi di più…