[Voti: 2    Media Voto: 5/5]

ORTOCHERATOLOGIA NOTTURNA: COME ELIMINARE GLI OCCHIALI SENZA INTERVENTO  

Ortocheratologia notturna è una tecnica di riabilitazione per i difetti visivi di miopia, astigmatismo ed ipermetropia tramite applicazione di lenti a contatto notturne che durante il riposo modellano l’epitelio corneale, consentendo dopo la loro rimozione, di vedere bene per tutto il giorno senza bisogno di correzione.   Può essere utilizzata per tutti coloro che portano gli occhiali o lenti a contatto e che desiderano liberarsi dall’ausilio diottrico non ricorrendo alla chirurgia refrattiva.

Questa metodica, proposta già dal 1968, dopo diverse traversie e limitazioni date dall’americana Food and Drug Administration, è stata finalmente approvata nel giugno 2002, in seguito ad un trial clinico su 205 pazienti seguiti in 11 centri.

ORTOCHERATOLOGIA NOTTURNA : IN COSA CONSISTE ?

L’ortocheratologia notturna (NOK) consiste nel rendere “terapeutica” l’applicazione di lenti a contatto gas-permeabili, che appiattiscono temporaneamente la cornea, riducendo o azzerando la miopia. L’effetto ottenuto dipende dall’entità del difetto visivo e dalla rigidità individuale della cornea. ortocheratologia notturna Perché questo avvenga con una certa efficacia e consenta ai pazienti di riuscire a vedere bene per tutta la giornata senza correzione, occorrono lenti a contatto “a geometria inversa”, indossate nelle ore di sonno, durante la notte. Il massimo risultato si ottiene dopo 1-2 settimane e riesce a correggere difetti fino a 6-7 diottrie.

La metodica non è molto conosciuta in quanto necessita di una stretta collaborazione tra oculista e contattologo. Inoltre non molti applicatori sono a conoscenza della geometria di lente multicurva più adatta alla NOK. Le migliori lenti presenti oggi sul mercato vengono applicate esclusivamente nei centri  accreditati dopo specifici corsi di formazione e specializzazione per queste lenti personalizzate (“custom”), di complessa costruzione.

I pazienti che possono beneficiare di questa metodica, ottenendo un buon visus naturale stabile per tutto il giorno, vanno selezionati con cura e seguiti durante il trattamento dall’oculista, che esclude patologie corneali o infiammatorie, deficit lacrimali, miopie o astigmatismi superiori ad un certo livello, e tutti coloro che non siano scrupolosi nel seguire le indicazioni prescritte.